Archivio per la categoria MOSTRE

La Milano dei misteri

Presentazione-introduzione della nuova stagione visite guidate

:arrow: lunedi’ 17 gennaio – ore 21 – sala conferenze della biblioteca – ingresso libero

Incontro con lo scrittore Paolo Roversi, giallista milanese ed esponente del noir metropolitano che ha scritto anche di una guida ambientata nei  luoghi misteriosi della metropoli per una serata all’insegna del mistero in cui si presenterà anche un’anteprima delle visite guidate in programma per il 2011

Info:Biblioteca di Bollate – P.zza  C.A. Dalla Chiesa 30 – Bollate – tel. 02.35005508/15 

mail: biblioteca.bollate@csbno.net

Tags: , ,

Il Tempo Silenzioso

:arrow: sabato 24 e domenica 25 aprile 2010 / sabato 14:30-18:30 domenica 10-18:30

Misurare il Tempo con il Sole

arte, scienza e storia della misurazione del tempo con le meridiane

Parco Nord Milano
Cascina Centro Parco
via Clerici 150 – Sesto San Giovanni (MI)
(come arrivare al Parco Nord Milano pdf 896k)
SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

Tags: , , ,

Il cammino di San Francesco: Rieti, la Valle Santa, Norcia, Cascia, il Monte Terminillo e l’Abbazia di Farfa

Il cammino di San Francesco: Rieti, la Valle Santa, Norcia, Cascia, il Monte Terminillo e l’Abbazia di Farfa

da Giovedì 17 a Domenica 20 Giugno 2010

:arrow: SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA GITA!

1° giorno – giovedì 17 giugno
Ore 5.30 – Partenza da Bollate con pullman G/T (Piazza San Francesco)
Fermate lungo il percorso. Arrivo a Rieti. Sistemazione presso l’Hotel “Quattro Stagioni” o “Miramonti” (**** stelle) e pranzo. Nel primo pomeriggio visita guidata della gradevole città di Rieti alla scoperta dei monumenti più significativi quali il teatro Flavio Vespasiano, la Cattedrale di Santa Maria con la sottostante cripta e il palazzo papale, piazza San Rufo considerata l’ombelico d’Italia e la Via Roma, l’antica Via Salaria, con i suoi bei palazzi patrizi tra cui  spicca Palazzo Vecchiarelli. Cena e pernottamento in hotel.
2° giorno – venerdì 18 giugno

Dopo la prima colazione partenza per il santuario di Greccio, dove il “poverello” di Assisi nella notte di Natale del 1223 realizzò il primo presepe vivente della storia riproponendo la natività di Betlemme. Visita del santuario e sosta davanti alla Sacra Grotta. Sguardo panoramico della sottostante Valle Santa, una delle più interessanti d’Europa per la sua particolare architettura del paesaggio. Proseguimento verso il santuario di Fonte Colombo meglio conosciuto come “Sinai Francescano” poichè il Santo scrisse in questo luogo la regola definitiva dell’Ordine ratificata con bolla papale da Papa Onorio III°.
Pranzo in ristorante per la degustazione di piatti tipici della gastronomia locale.
Nel primo pomeriggio partenza Leonessa. Fondata da Carlo d’Angiò nel XIII secolo inizialmente denominata Gonesse a ricordo di una località situata nei pressi di Parigi, cara ai reali di Francia. Ubicata in una zona strategica di confine, Leonessa fu sempre fedele al sovrano, sia esso angioino o aragonese. Nel 1539 Carlo V d’Asburgo fece dono di una splendida fontana che ancora oggi decora la piazza principale. Visita del borgo medievale, scrigno d’arte nel cuore dell’Italia Centrale presenta numerose chiese custodi di grandi capolavori. Ritorno a Rieti passando per il monte Terminillo, una della stazioni sciistiche più importanti del centro Italia dove potrà essere ammirato il tempio di San Francesco, unica chiesa al mondo dedicata al Santo di Assisi a 1700 metri, che conserva una reliquia. Passeggiata in Località Pian De Valli e giro dell’anello per ammirare i monti Reatini. Cena e pernottamento in hotel.
3° giorno – sabato 19 giugno

Prima colazione in Hotel.  Intera giornata dedicata alla visita di due località di suggestiva bellezza. Partenza per il paese di Norcia terra natale di San Benedetto e per la piana di Castelluccio sui Monti Sibillini considerata il “tetto dell’Umbria”. Nota per le sue caratteristiche paesaggistiche, la zona è testimone nel mese di giugno, di un fenomeno naturale di grande bellezza: “la fiorita”. Il ricordo del Pian Grande, che per alcune settimane si tinge di colori molto vivaci e mutevoli ha colpito chiunque abbia avuto la fortuna di vederlo. Ne restano tracce anche nei resoconti degli antichi viaggiatori. Visita Pranzo tipico in ristorante  a Norcia.
Nel pomeriggio visita di Cascia terra natale di Santa Rita conosciuta come dispensatrice di grazie e venerata in tutto il mondo. Si vedranno tutti i gioielli dell’architettura medievale che contengono pregevoli opere d’arte.
Rientro a Rieti, cena in Hotel. In serata  visita della Rieti Sotterranea che ingloba i resti del viadotto romano fatto costruire per evitare l’impaludamento della via Salaria, l’antica via del sale. Questo poderoso manufatto permetteva alla consolare di entrare in città, assumendo così un ruolo d’estrema importanza per la Reate romana che necessitava di un diretto collegamento con L’Urbe. La struttura rintracciabile nei sotterranei di alcune nobili dimore è formata da grandiosi fornici di calcare a sostegno del piano stradale.
4° giorno – domenica 20 giugno

Visita del santuario della Foresta dove San Francesco scrisse il meraviglioso “Cantico delle Creature”, capolavoro della letteratura italiana delle origini e dove realizzò il miracolo della vigna. Proseguimento per l’Imperiale Abbazia di Farfa, centro monastico e faro culturale del Medioevo europeo.  Potentissima durante il periodo carolingio, venne visitata da Carlo Magno che vi sostò alcune settimane prima di essere incoronato in Campidoglio a Roma. Visita e passeggiata per il borgo alla scoperta delle botteghe artigiane specializzate nella lavorazione dei tessuti a telaio. Trasferimento a Passo Corese e pranzo con i prodotti casalinghi dell’Azienda Agricola Fagiolo sita nella Sabina, area collinare nota fin dall’antichità per la coltivazione dell’ulivo e la produzione dell’olio. L’Azienda produce un gustoso olio d’oliva extravergine Dop. Partenza per il rientro a Bollate previsto in serata.

Quota individuale di iscrizione € 400 – supplemento camera singola 60 – saldo all’iscrizione
Iscrizioni presso l’agenzia La Giostra dei Viaggi – Via Piave, 1 Bollate – tel. 02.38301670
A partire da sabato 13 febbraio 2010 ore 9.30
Il programma è indicativo e potrebbe subire delle variazioni

La mostra di Giorgione a Castelfranco Veneto

La mostra di Giorgione a Castelfranco Veneto

Domenica 14 marzo 2010

:arrow: SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA GITA!

A 500 anni dalla sua morte, uno straordinario evento celebra il genio e la grandezza di Giorgione, un artista che ha dato vita ad opere simbolo del Rinascimento italiano.

Ore 6.00 – Partenza da Bollate con pullman G/T (Piazza San Francesco)

Arrivo a Castelfranco Veneto (TV) e inizio della visita della gradevole cittadina veneta con il suo castello che racchiude tutto il centro storico in una cinta muraria in mattoni rossi fra le più caratteristiche d’Italia. Nel centro ricco di portici si vedranno, fra le altre cose, il Duomo di San Liberale e il Teatro Accademico entrambi realizzati dall’architetto Francesco M. Preti.

Ingresso alla grande mostra allestita nei piccoli ambienti della Casa Giorgione dell’artista famosa per il suo fregio affrescato. Castelfranco mette in cantiere, insieme alla Regione del Veneto e alla Provincia di Treviso un progetto ambizioso e articolato: un’occasione unica per il visitatore per avvicinarsi all’enigma, al mistero, al mito che aleggia intorno all’artista proprio nelle terre che lo hanno cresciuto. Sulla breve carriera di Giorgione, morto di peste poco più che trentenne, abbiamo poche e sporadiche notizie. Il suo stile, caratterizzato da un sempre maggiore predominio del colore sulla linea, costituirà una delle cifre più caratterizzanti della pittura veneziana e sarà di esempio per molti artisti fra i quali Tiziano.

Pranzo presso il ristorante “Anna Smania” con specialità trevigiane fra le quali il famoso radicchio

Nel pomeriggio visita di Villa Emo nella vicina Vedelago realizzata da Andrea Palladio e inserita dall’Unesco nella lista dei patrimoni dell’umanità, assieme alle altre ville palladiane del Veneto. È una delle più compiute ville palladiane caratterizzata da una semplice facciata incorniciata da due lunghe barchesse colonnate destinate alle attività agricole e dagli interni riccamente decorati con affreschi di G.B. Zelotti, autore di opere analoghe in altre ville palladiane. Ritorno a Castelfranco, termine della visita ed eventuale tempo libero per una passeggiata. Partenza per il rientro a Bollate

Quota individuale di iscrizione € 65 – saldo all’iscrizione
Iscrizioni da sabato 30 gennaio dalle ore 9.00 – presso Biblioteca Comunale di Bollate
Per informazioni e iscrizioni:
Biblioteca Comunale di Bollate – tel. 02-35005510 – mail: biblioteca.bollate@csbno.net
Consorzio Sistema Bibliotecario Nord-Ovest – Tel. 02-99060736-52 – mail: eventi@csbno.net

Tags: , , ,